Cosa è la cremazione

Una pratica usata ormai in tutto il mondo, e quindi riconosciuta a livello globale, è sicuramente quella della cremazione di un cadavere riducendolo in pratica alla sua forma originaria di base ovvero gas e frammenti ossei.

Questa è una pratica molto antica e vi sono Stati e Continenti (quello asiatico in primis) dove nonostante il passare degli tale consuetudine risulta mantenuta inalterata a distanza di millenni: anticamente, infatti, si pensava che il fuoco potesse fungere da purificatore per l’anima e che il rito di cremazione riuscisse ad illuminare il passaggio dei defunti verso un altro mondo.

A differenza di quello che si possa pensare la cremazione non riduce il cadavere direttamente in genere: tramite tale processo infatti i resti sono dei frammenti ossei altamente friabili che vengono sminuzzati fino ad esser cenere solo in un secondo momento e solo in base ad usi e consuetudini della società (ovviamente tutto in base alle ultime volontà del defunto). In Italia, comunque, ormai quasi tutte le imprese funebri che svolgono questo servizio e tra queste va annoverata Cattolica San Lorenzo.

Cenni storici

Come detto il rito della cremazione affonda le proprie radici molti anni fa: il primo caso infatti risale addirittura a 17.000 anni fa tanto che alcune parti di un corpo cremato sono state ritrovate nel lago Mungo, in Australia.

Nel vecchio continente, invece, tale pratica è arrivata ‘soltanto’ durante l’epoca neolitica e come logica vuole ogni gruppo culturale aveva le proprie preferenze e i propri divieti.
Gli antichi egizi, per esempio, vietavano rigorosamente la cremazione mentre i babilonesi gli preferivano l’imbalsamazione. I persiani, infine, si accodarono al pensiero egizio poiché l’incinerazione era proibita dallo zoroastrismo.

La cremazione in Italia

Come detto precedentemente l’arte della cremazione è arrivata in Europa solo durante l’età del neolitico e pertanto anche in Italia prese campo durante questo periodo storico. Inizialmente le prime pratiche vennero fatte al settentrione ma fu fatta propria da Roma dove addirittura si costruivano e affittavano loculi all’interno di un columbarium.
In un secondo momento fu posto un divieto alla cremazione per via della diffusione del Cristianesimo ove fu preferita alla sepoltura per ovvi riferimenti alla resurrezione del corpo e della sua riunione con l’anima: ma non fu l’unico motivo in quanto l’Impero Romano fu ‘povero’ di legname pertanto non vi erano più nemmeno i mezzi per assicurare una degna e oculata cremazione.

 

GTA V: un colpo di successo

GTA V è un gioco uscito nel 2013 per computer, playstation 3, xbox 360 e, al giorno d’oggi, è migrato (con aggiornamenti) sulla console playstation 4 e XboxONE. Il gameplay di Grand Theft Auto è basato su uno stile di vita verosimile dal punto di vista criminale. Utilizzeremo, infatti, durante il gioco, 3 diversi personaggi con le loro personali storie che si incroceranno in alcuni punti del gioco. Avremo quindi Franklin, Michael e Travor, che si troveranno a collaborare nella risoluzione di alcune missioni durante il gameplay, come ad esempio alcune rapine che verranno mostrate già nel prologo.

L’universo del multiplayer
Gta V, però, non è solo un gioco basato sullo svolgimento della storia principale ma concede anche la possibilità, al giocatore, di immettersi in un mondo online in cui sarà possibile collaborare con altri giocatori, sbloccando diversi tipi di missioni che in single player non sono accessibili. Oltre le missioni, il gioco online prevede anche delle modalità in cui sarà possibile sfidare gli altri giocatori in pvp singoli, deathmatch a squadre e gare con diversi tipi di mezzo di trasporto. L’online di Grand Theft Auto permette non solo di svolgere missioni assieme ai compagni o amici ma permette anche di personalizzare il proprio stile di vita; questo è possibile attraverso l’acquisto di una casa, auto, moto, velivoli e mezzi acquati. E’ possibile modificare il proprio personaggio interamente, infatti, possiamo anche sceglierne il sesso, l’abbigliamento e via dicendo. Il mondo di GTA come sappiamo è un mondo criminale apprezzato per le rapine nelle banche e il suo stile di gioco unico. Lester è la mente di tutte le rapine in banca di Grand Theft Auto V e aiuterà il giocatore a sfuggire dalla polizia.

Il colpo finale
In GTA 5 le missioni sono fondamentali al completamento della storia. Famoso è “Il colpo finale”. Il suo svolgimento ha luogo all’interno della banca principale di Los Santos, la Pacific Standard Bank dove avremo bisogno di 4 giocatori. Ognuno di essi ha dei ruoli specifici: avremo bisogno di un Hacker, un Demolitore e di due uomini che controllano gli ostaggi. Come prima cosa dovremo eliminare le guardie. Dopo, avremo bisogno del demolitore per aprire il primo sportello del cassiere. In seguito, sempre il demolitore, dovrà aprire il secondo sportello. Qui interviene l’hacker per aprire il caveau. Giunti a questo punto, riutilizzeremo il demolitore per aprire lo sportello che conduce al bottino. Subito dopo, i giocatori dovranno riunirsi vicino l’entrata dove vedranno arrivare la polizia, attraverso la quale bisognerà farsi strada per raggiungere i mezzi di fuga. Giunti al mezzo, è necessario dirigersi al canyon dal quale si dovrà saltare e utilizzare il paracadute per raggiungere Dinghy (barca) e scappare a largo. Dopodiché avrete concluso la missione. Vi incontrerete con Lester per festeggiare.

Preparare la valigia

Molto spesso si crede che la parte più difficile di un viaggio sia far coincidere le prenotazioni con le proprie ferie, preoccuparsi della scelta tra treno e aereo, capire dove alloggiare o come spostarsi una volta giunti lì.

Probabilmente non avete tutti i torti, soprattutto quando uno degli obiettivi principali è quello di non spendere cifre esorbitanti, ma a volte anche preparare la valigia richiede la sua attenzione e per molti il peggio sembra appena arrivato.

Se quindi avete finalmente prenotato tutto ciò che vi occorre per raggiungere e godervi una città bella come Roma, vi basterà riflettere su cosa è necessario portare con voi soprattutto sulla base del periodo in cui andrete e sulla durata del viaggio.

Il clima di Roma

Un vantaggio sicuramente innegabile è quello di scegliere un buon hotel in cui alloggiare come il Floris Hotel, un hotel 3 tre stelle a Roma che fornisce molti dei servizi di cui necessitate permettendovi di guadagnare spazio in valigia, quello che avreste riservato, ad esempio, all’asciugamano!
Il paesaggio romano, come forse sapete già, è costituito da basse colline e da pianure pertanto il clima è mite soprattutto perché non troppo distante dal mare. Tuttavia bisogna ricordare che, essendo attraversata da tre fiumi (tra cui il Tevere), alcune zone potrebbero risultare moderatamente umide.

Primavera ed estate a Roma

Molti prediligono come periodi quello primaverile e quello estivo, sia per vai degli impegni lavorativi, sia perché in genere il tempo risulta più consono alla scoperta di nuovi luoghi e alle lunghe camminate, ma è comunque necessario attrezzarsi correttamente. Andare a Roma in primavera significa trovare la città ricca di piante in fiore per via dei tanti giardini e parchi che la caratterizzano.

Ecco che dunque non potrete perdervi luoghi come Villa Borghese in cui potrete noleggiare una barca ed effettuare un giro sul laghetto, oppure il Parco dell’Appia Antica in cui potrete visitare siti archeologici.

In valigia dunque non potrete non introdurre t-shirt, leggings e jeans, ma senza dimenticare maglie di cotone per le serate più fresche e delle scarpe leggere e molto comode.

Se invece doveste scegliere il periodo estivo, dovrete fare i conti con il sole cocente e i 30-35 gradi, quindi non potrete fare a meno di abiti estremamente leggeri e scarpe aperte ma comunque comode, oltre che di un cappello per proteggere la testa e tanta ma tanta crema solare.

Tuttavia non dimenticate che Roma è ricca di chiese e che queste vanno comunque visitate con abiti consoni, perciò portate qualcosa di non troppo succinto o scollato. Adesso chiudete la valigia ed andate!

Un prodotto di qualità e d’eccellenza, biologico e controllato: la Cipolla di Nepi

Il ceppo originario della Cipolla di Nepi ha rischiato seriamente di andare perduto per sempre ma, grazie a Romana Mariani, signora ottantasettenne, il seme autentico è stato miracolosamente conservato. È stato anche ad opera di Piero, figlio di Romana, se oggi possiamo assaporare questa prelibatezza, unica nel suo genere. Piero infatti si è cimentato nella sua coltivazione affinché il seme potesse continuare a vivere ancora sulle nostre tavole. Proprio come ci dice già il nome, questa formidabile cipolla è tipica della zona di Nepi, piccolo borgo caratteristico non molto lontano dalla cittadina di Viterbo, dove si può respirare aria fresca e incontaminata.

È l’Azienda Agricola Litta, di Andrea e Luca, che si occupa della produzione del seme della Cipolla di Nepi, la quale viene controllata e garantita durante tutto il suo processo produttivo: dalla semina, alla coltivazione, fino ad arrivare alla raccolta finale. La semina in semenzaio viene effettuata durante il mese di gennaio, con la luna calante. In aprile invece viene trapiantata in pieno campo e qui rimarrà sino ai primi di luglio, quando inizierà la sua raccolta fino alla fine di agosto. I due soci, Andrea e Luca, vi si dedicano personalmente, con impegno e dedizione, trasformando in tal modo una grande passione in lavoro.

La Cipolla di Nepi ha dimensioni piuttosto abbondanti, arrivando a pesare, in alcuni casi, anche sei o sette etti. Di forma rotondeggiante, schiacciata e di colore bianco, è un prodotto di eccellenza, completamente biologico e a km zero. A contraddistinguerla è la sua particolare dolcezza unita, talvolta, a tratti di aromaticità, qualità che la rendono speciale per esser consumata fresca. Inoltre, non lascia nessun retrogusto sgradevole al palato e non crea alcun tipo di problema allo stomaco; è infatti molto digeribile. Prodotto genuino e coltivato senza l’uso di nessun pesticida o sostanza chimica, è particolarmente indicata per i palati più delicati e pretenziosi.

L’Azienda Agricola Litta, mette a disposizione dei suoi clienti un punto vendita, in Piazza della Bottata (Nepi), dove è possibile acquistare una moltitudine di prodotti sempre freschi e salutari: ortaggi, frutta e frutta secca.

Un’altra chicca offerta dall’Azienda Litta sono i peperoncini piccanti, i quali danno appuntamento ogni anno ai loro clienti alla fiera “Nepiccante”, che si tiene proprio a Nepi, la quale permette di assaporare varietà di peperoncini provenienti da tutto il mondo. Prodotto raffinato ed ineguagliabile, è una specialità che va assolutamente assaggiata, sia dagli amanti della cipolla che da parte dei più scettici.

 

Agire per la difesa dell’ambiente

Il 5 aprile 2019 sulla piattaforma streaming più conosciuta ad oggi, Netflix, è uscita una nuova serie tv e sta volta non riguarda supereroi, fantascienza, misteri o simili, ma di qualcosa non del tutto inaspettato: una serie di otto episodi dal titolo “Our Planet” (il nostro pianeta) in cui vengono analizzati i vari macro ambienti e le ripercussioni che i cambiamenti climatici degli ultimi decenni hanno determinato, sconvolgendo il profilo dell’intero pianeta.

Per realizzarla ci son voluti quattro anni di riprese in cinquanta paesi di ogni continente per un totale di 3.500 giorni per la raccolta delle immagini, la scelta del montaggio e l’utilizzo di tecnologie innovative.

Perché è così importante

Il punto forte di questa serie, probabilmente, riguarda la sua capacità di far comprendere i problemi con cui abbiamo a che fare attraverso parole semplici ed immagini comprensibili, pertanto anche chi è privo di conoscenze in ambito naturalistico è in grado di comprendere la portata di ciò che negli ultimi anni abbiamo commesso con le nostre azioni in quanto esseri umani.

Una di queste azioni riguarda sicuramente la scelta di utilizzare l’eternit nelle nostre abitazioni, negli elettrodomestici, nelle vetture ed il suo smaltimento è oggi necessario al fine di evitare i problemi di salute che causa, tra cui il cancro ai polmoni, quindi se ne avete necessità contattate ditte come Nova Ecologica specializzata, tra le altre cose, nello smaltimento dello stesso.

L’obiettivo della serie è quello di far comprendere quanto la natura che ci circonda sia importante, anche se animali come i pinguini e gli orsi polari ci sembrano lontani, in realtà, la loro sopravvivenza è determinata da fattori che influenzano inevitabilmente la salute del nostro pianeta e quindi la nostra.

Il discorso di Greta Thunberg

Negli ultimi giorni non potete non aver sentito parlare di Greta e del suo emozionante (per i più) discorso sulla necessità di difendere l’ambiente, divenendo una giovane attivista in grado di criticare la classe politica mondiale.

Greta ha solo sedici anni e ogni venerdì sciopera da scuola per chiedere al governo svedese e agli altri Stati di smetterla con piccoli contentini, ma di agire finalmente contro i cambiamenti climatici prima che sia troppo tardi.

La giovane riesce ad apparire convincente perché fa leva su due concetti : il primo è la domanda che spesso viene posta ovvero “che mondo vogliamo lasciare ai nostri figli?”; il secondo riguarda la possibilità di fare la differenza anche se si è una persona sola divenendo il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo!

 

Mettere in sicurezza un ambiente

La sicurezza di un ambiente è tra i primi accorgimenti che bisogna effettuare, prima di rendere un luogo visitabile o abitabile da persone. È successo, infatti che, spesso, per il ritardo tipico dei cantieri italiani, alcune costruzioni siano state dichiarate sicure anche senza aver effettuato in dettaglio ogni controllo; come sappiamo, una mancanza di questo tipo può provocare gravosi incidenti. In effetti, esiste un documento che si occupa proprio di stilare quali siano le regole da seguire in un ambiente come un cantiere, proprio per mantenere un livello di sicurezza molto alto. Di seguito vedremo quali sono i 7 punti da rispettare per lavorare in sicurezza:

  • Bisogna SEMPRE mettere in sicurezza le aperture che superino un’altezza di 2 metri;
  • Bisogna operare per rendere sicuro il solaio;
  • Naturalmente è necessario saper guidare in modo efficiente una gru e saper imbracare quelli che sono i carichi;
  • È necessario sfruttare un ponteggio nel caso in cui le facciate con cui si deve lavorare superino i 3 metri ;
  • Ovviamente controllare la stabilità di questi ponteggi OGNI GIORNO;
  • Utilizzare gli accessori di protezione personale;
  • E infine mettere in sicurezza quegli scavi che hanno una profondità maggiore di un metro e mezzo.

Come rendere sicura la propria abitazione?

Ma la sicurezza di un ambiente non è da intendersi solamente come una prerogativa dei cantieri o di spazi lavorativi, è infatti necessario che determinate regole e aspetti, vengano rispettati anche negli ambienti destinati ad essere delle abitazioni. In Italia soprattutto, le abitazioni spesso risultano essere antiche o mancanti di ristrutturazione, il che le rende sensibili a molteplici fattori che potrebbero minarne la sicurezza, come il mal tempo o uno spiacevole evento come un terremoto. In questi casi, infatti, succede spesso, purtroppo, di veder crollare queste abitazioni come nulla, o capita di vedere infissi che con forti venti o impatti di oggetti esplodono in mille pezzi, poiché non resistenti abbastanza. Ecco allora che risulta essere importante il provvedimento del singolo, che deve scegliere di rendere la sua casa il più sicura possibile. Uno di questi modi è quello di mettere in sicurezza le porte e le finestre.

Le qualità degli infissi in PVC

Per quanto riguarda gli infissi, essi rivestono una parte importantissima nella nostra abitazione. Ci permettono, infatti, di proteggerci dalle intemperie esterne, dal freddo, dal caldo, dai ladri, e così via. Ecco perché risulta incredibilmente utile avere delle finestre resistenti. Una tipologia di finestratura consigliata per questo è quella degli infissi in PVC. Gli infissi in PVC infatti sono famosi in commercio grazie alle loro semplici ma funzionali caratteristiche. Sono ottimi per l’isolamento termico, e sono anche abbastanza resistenti e soprattutto ignifughi. Per l’acquisto di infissi in PVC (ma anche per fare blindare le porte) è possibile chiedere informazioni al negozio A&P Infissi che opera in tutta la regione del Lazio. Il PVC risulta essere un investimento fruttuoso nel futuro. Intanto, non costa molto, quindi è altamente accessibile e, in secondo luogo, non necessita di manutenzioni ripetute nel tempo, in quanto il suo livello di conservazione è parecchio sviluppato.

Come aumentare gli iscritti su youtube

Per aumentare iscritti sul proprio canale Youtube non basta pubblicare video accattivanti ma occorre seguire una serie di accorgimenti mirati che hanno lo scopo di “sollecitare” il proprio bacino d’utenza a far crescere i propri contenuti in maniera spontanea e naturale. Innanzitutto bisogna dare tempo al tempo per un motivo ben preciso: gli iscritti reali sono quelli con cui creiamo un processo di fidelizzazione e cioè quelli con cui sarà facile e automatico ricevere like, feedback positivi e condivisioni. In quest’ottica per aumentare iscritti su youtube bisogna assolutamente identificare il proprio target di riferimento per poter limare e contestualizzare la natura dei propri contenuti.

A quel punto, una volta intercettati i gusti e le aspettative di quello specifico bacino d’utenza, possiamo iniziare a far sentire la nostra “voce”. Ciò significa che possiamo condividere i nostri video, ma non sporadicamente ma con una certa frequenza, dato che il successo di un canale è determinato proprio dalla costanza di pubblicazione. In questo scenario pubblicare 2 o 3 video all’anno, non ha molto senso soprattutto se si vuole rendere il proprio canale un punto di riferimento per alcuni argomenti e tematiche di nicchia. Insomma se vogliamo costruire un pubblico dobbiamo “nutrirlo” costantemente, stimolando la loro voglia di interazione.

Perché senza pubblico fidelizzato non abbiamo molte possibilità di successo. A ciò si aggiunge una metodica ben precisa nella pubblicazione dei contenuti. Non lasciamo al caso l’ora e il giorno in cui andremo a condividere i nostri video, ma scegliamo sempre un orario preciso in modo che gli utenti conferiscano a quella pubblicazione tutta l’aspettativa necessaria che serve per dare autorevolezza a quel canale.

Nella pubblicazione dei video occorre poi seguire dei piccoli accorgimenti che si rivelano fondamentali per poter consentire una facile e immediata fruizione dei contenuti. In questo scenario il titolo che assegniamo al video da condividere come pure l’immagine di riferimento che sintetizza quello che vedranno nel materiale video, hanno un ruolo primario: è come un biglietto da visita!

Di conseguenza è necessario trovare un titolo accattivante e suggestivo che possa spingere l’utente a cliccare sul video. Allo stesso modo ciò è evidente anche nella scelta dell’immagine capace riassumere i contenuti trattati. A ciò si aggiunge la capacità ma anche una sostanziale inventiva nella scelta dei tag e della descrizione di supporto che deve essere la più sintetica possibile ma anche la più esaustiva. Per quanto poi riguarda i tag è necessario che siano perfettamente mirati al tema che trattiamo in modo da inglobare tra i nostri seguaci tutti coloro che condividono gli stessi interessi.

Infine riteniamo che uno dei segreti del successo su Youtube indipendentemente dagli accorgimenti strategici è quello di realizzare sempre dei video di buona qualità che sono in grado non solo di conquistare e sedurre il pubblico ma anche di entusiasmare al punto da condividerli sui propri social.

EasyJoint: canapa e olio di CBD d’origine italiana

Acquistare canapa per uso personale e olio CBD naturale per curarsi da oggi è diventato possibile e sopratttto ancora più facile grazie al brand italiano Easyjoint. Questi prodotti hanno un’origine selezionatissima e rigorosamente italiana e provengono da piantagioni biologiche controllate.

Le infiorescenze di Cannabis Sativa si caratterizzano per miscele estremamente particolari e ben calibrate, in maniera da garantire anche ai consumatori più esigenti un’esperienza sensoriale unica, rimanendo nell’ambito della legalità.

Infiorescenze di canapa e olio di CBD a marchio EasyJoint

Easyjoint commercializza molte varietà di infiorescenze di canapa sativa adatta all’uso personale con un contenuto di THC controllato, aspetto che approfondiremo meglio nel paragrafo successivo. Grazie alla presenza di CBD, in percentuale variabile a seconda del mix vegetale scelto, tali prodotti garantiscono importanti benefici dal punto di vista fisico, sia per quanto riguarda l’ambito terapeutico che ricreativo.

Le infiorescenze di canapa vengono lasciate essiccare lentamente a bassa temperatura in maniera da preservare le qualità originarie del prodotto nonché l’aroma. La differenza tra le varietà è data non solo dalla differente miscela e dal bilanciamento delle piante utilizzate, ma anche dalla concentrazione di CBD e dall’eventuale presenza di semi (che in caso viene sempre generosamente compensata nel peso delle confezioni).

Rispetto all’olio CBD parliamo di una sostanza che sempre più spesso viene utilizzata anche in ambito clinico per le sue numerose peculiarità benefiche. L’olio CBD infatti è molto ricco di steroli vegetali, aminoacidi, vitamine, sali minerali che esplicano una potente attività antiossidante e rinforzano il sistema immunitario.

La presenza di CBD al 10% garantisce anche un’importante azione antinfiammatoria, anzi spasmodica e rilassante sia dal punto di vista fisico che mentale. Se non hai mai utilizzato questi prodotti, sappi che è possibile somministrarli fino a tre o quattro volte al giorno aumentando gradualmente il dosaggio a partire dalla seconda settimana e senza mai eccedere i 160 mg al dì. I risultati e i benefici sono visibili sin dalle primissime somministrazioni.

Chi è Easyjoint e come nasce

Easyjoint è una giovane realtà italiana nata nel 2007 a Parma, pochi mesi dopo l’approvazione di un pacchetto di legge dedicato alla disciplina della produzione e della commercializzazione della Cannabis in Italia.

Questa normativa ha segnato un vero punto di svolta nell’ambito della legalizzazione ed è stata accolta in maniera molto positiva dal mercato, cui Easyjoint si è affacciata per prima affermandosi come leader assoluto in una realtà in continua crescita. La legge, datata gennaio 2017, descrive le modalità di produzione e distribuzione della canapa e dei prodotti da essa derivati, precisando un fondamentale limite relativo al contenuto di THC che deve risultare inferiore allo 0,2%.

Il merito di Easyjoint è stato proprio quello di inserirsi in un settore fino a quel momento privo di concorrenza e di modelli per quanto riguarda il nostro paese, affacciandosi con coraggio in un business con tante potenzialità ma che comunque fino a quel momento risultava completamente inesplorato.

Il successo di Easyjoint in Italia ha trovato corrispondenze nell’interesse di consumatori e società estere: dagli introiti generati dalla vendita dei prodotti commercializzati, si configura come una delle pochissime realtà capaci di auto sostenersi nella crescita senza necessità di dover ricorrere a finanziamenti esterni.

Se intendi acquistare prodotti di canapa legale di qualsiasi tipo o marca in Italia esiste il supermercato della canapa che trovi su www.iperhemp.com

Il pensiero filosofico di Friedrich Nietzsche

Se parliamo di filosofia moderna, non possiamo non menzionare la scuola tedesca che ha dato molto materiale di studio alle generazioni future ed ha sperimentato nel tempo diverse ideologie molto interessanti.

Uno dei filosofi tedeschi più interessanti da studiare e che ha avuto molti seguaci nel tempo è senza dubbio Friedrich Nietzsche che concentra il suo pensiero soprattutto sul nichilismo.

Gli studi di Nietzsche

Gli studi filosofici di Nietzsche vengono ispirati da un altro grande filosofo tedesco Arthur Schopenhauer e in particolar modo dalla lettura del suo saggio “il Mondo come volontà e rappresentazione” dove riesce a trovare una vena di autobiografia che sarà di fondamentale ispirazione per i suoi futuri studi.

Nietzsche era una persona con una forte conoscenza culturale e i suoi studi partono dall’approfondimento della tragedia greca, di cui divenne poi un grande critico andando contro a quello che era il pensiero di due maestri come Socrate e Platone.

La sua filosofia vive intorno alla ricerca e alla rinascita di uno spirito tedesco che il filosofo trova soprattutto nelle opere post romantiche di Richard Wagner, che viene considerato come un padre putativo nel principio nazionalista tedesco.

Il punto nevralgico però del pensiero di Nietzsche è quello del super uomo che viene presentato nel saggio”Umano, troppo umano” che farà da pre-altare a due principi del suo pensiero la tra svalutazione dei valori e il nichilismo attivo che si fonda sul concetto del superuomo e dell’eterno ritorno capisaldi della sua opera più importante: “Così parlo Zarathustra”.

Nel suo libro “Cosi parlo Zarathustra” ci presenta in concetto secondo cui Dio è Morto, cosa significa questo che è come se fosse una persona normale che muore ed ha bisogno di onoranze funebri a Roma come Cattolica San Lorenzo.

Questi concetti che vengono presentati da Nietzsche sono considerati come i primi pensieri dell’esistenzialismo ateo moderno.

Il suo pensiero è molto critico nei confronti nei confronti della società in particolar modo quello della società metafisica, del Cristianesimo e della democrazia, infatti secondo lui in Europa regna una sorta di velo d’ipocrisia in maniera particolare nella sua amata Germania, che ha perso quei valori che fanno parte della gente germanica.

Secondo Nietzsche per tornare a trovare quei principi di libertà è fondamentale andare a togliere quel sistema di regole e credenze che nella maggior parte dei casi deriva dalla Chiesa, oppure è stata sviluppata dalle entità metafisiche come gli Stati.

Questo sistema è deleterio perché nessuno ha la possibilità di riuscire a prendere una decisione, queste venendo a mancare le vecchie credenze possono diventare esclusivamente indipendenti l’una dall’altra mettendo quindi al centro l’uomo.

L’arte dell’immedesimazione

Il cinema è un’espressione artistica che ha avuto inizio nel ventesimo secolo e che da allora non ha mai smesso di stupirci, di mostrarci un nuovo modo di vedere le cose illuminandole da una prospettiva nuova, di emozionarci, permetterci di comprendere e di emozionarci.

Ogni film da allora prodotto narra una storia, narra di noi, di tutti noi, in un modo o nell’altro e per questo è possibile trovare una manciata più o meno ampia di film per qualsiasi tema che ci viene in mente.

Ogni volta che guardiamo un film, presto o tardi, finiamo per immedesimarci con almeno uno dei personaggi presenti per i motivi più disparati: perché sembra descriverci, perché sembra darci delle risposte, perché ci fa riflettere. Il cinema, dunque, come ogni opera d’arte che si rispetti ci fa capire qualcosa di più di noi e del mondo circostante.

Un film da vedere

Come abbiamo già detto per ogni tema che ci viene in mente è sicuramente possibile far riferimento ad un determinato numero di film che l’hanno preso in considerazione, che sia il tema principale o marginale.

L’esempio di cui voglio parlarvi parla di un viaggio, ma non un viaggio qualunque ma quello che riguarda la dispersione delle ceneri del padre.

Questo viaggio finisce per dare un nuovo senso alla vita, un percorso di crescita interiore, di cambiamento, un cammino che finirà per trasformare completamente chi alla partenza era in un modo e taglierà il traguardo con un’altra mente ed un altro cuore.

Prima di parlarvi del film in questione, però, voglio che sappiate che non si tratta di pura e semplice fantasia ma che al contrario è possibile richiedere un’autorizzazione per la dispersione delle ceneri, come Funerali Roma informa, solo previa richiesta del defunto tramite testamento.

’Mai Stati Uniti’

Il regista di questo film è Carlo Vanzina, famoso per i suoi ‘’Cinepanettoni’’, influenza che non manca neanche in un film dal tema più profondo. Qui si narra la vicenda di cinque protagonisti che scoprono di essere figli dello stesso padre –appena deceduto- ma si tratta di un padre di cui ignoravano l’esistenza ed è per questo motivo che non restano colpiti dalla notizia ma accettano di portare le sue ceneri dall’Italia in America solo per guadagnarsi la cospicua eredità.

Da questo momento in poi i cinque finiranno per affrontare varie vicissitudini più o meno divertenti che finiranno con la nascita, in ognuno di loro, di una nuova consapevolezza che va a discapito dell’eredità: quella di aver trovato una famiglia.

1 2 3 25