Consulenza ortodontica

I rapporti che vi sono tra Consulente in Ortodonzia e Titolare dello studio sono spesso gravati da malintesi, incomprensioni e rivendicazioni. Poiché i rapporti di forza tra le parti sono quasi sempre sbilanciati è necessario che ogni collaborazione sia normata da una semplice scrittura tra le parti che regoli i termini di consulenza.

Chi è il titolare della documentazione clinica? Chi raccoglie i consensi del paziente? Come devono essere suddivisi i compensi professionali? Come ci si spartisce le responsabilità? Come si gestisce la fine della collaborazione?

I ricorrenti quesiti sul tema della consulenza sono questi e molti altri. Tutti trovano risposta in un modello di contratto che evita molti contenziosi, chiarisce i ruoli e sana situazioni di conflitto tra le due parti in causa e nei confronti dei pazienti.

Un contratto come quello proposto è frutto di una pluriannuale consulenza personale come ortodontista presso lo studio di altri colleghi, ma anche di molti anni come titolare di uno studio che ospita consulenti presso di sé. Per questo è proporzionato ed equilibrato, nella convinzione che solo un contratto equo possa soddisfare ambedue i contraenti e quindi generare delle collaborazioni sane e continue, nell’interesse di tutti (pazienti compresi). » Read more

7 regole per dimagrire

È arrivata la bella stagione: luce, temperature miti, voglia di stare all’aria aperta e… prova costume! Per molti questo periodo dell’anno significa disagio per il proprio sovrappeso e rinnovato desiderio di mettersi in forma.

La formula magica per dimagrire rapidamente non esiste, ma ci sono delle strategie efficaci da mettere subito in atto per perdere peso in modo duraturo e relativamente veloce. Ecco le sette regole che tutti  devono rispettare per raggiungere il peso forma.

 

  1. Voler dimagrire

Sembra una sciocchezza, ma è il primo piccolo passo di un grande viaggio: se non si è davvero motivati a perdere peso, ogni rinuncia o, semplicemente, nuova abitudine che il percorso di dimagrimento prevederà sarà vissuta come una fatica insormontabile, e sarà difficile restare saldi nel proprio proposito. Un aiuto può arrivare dagli integratori, che infondono fiducia ottimizzando i risultati, ma la convinzione è imprescindibile.

 

  1. Mangiare correttamente

Non sempre il sovrappeso è dovuto a un’alimentazione eccessiva; spesso, anzi, è la conseguenza di un’alimentazione scorretta, magari ricca di grassi e zuccheri o di qualche alimento “innocuo” per i più, ma mal tollerato da alcuni.

A meno che non si debba perdere solo i pochi chili accumulati con la ricca cucina invernale, è sempre opportuno consultare uno specialista, che formulerà una dieta bilanciata in funzione delle esigenze e delle caratteristiche specifiche dell’individuo; la “dieta corretta” è diversa per ciascuno di noi. A questo proposito vi invitiamo a leggere questo articolo sulla possibilità di dimagrire evitando di mangiare i carboidrati la sera.

 

  1. Bere acqua

Gli esperti raccomandano di consumare un litro e mezzo di acqua naturale al giorno, per mantenere il fisico correttamente idratato. Contrariamente a quanto si pensa, assumere un’adeguata quantità di acqua è essenziale per dimagrire non tanto per ridurre lo stimolo della fame (gradito effetto collaterale che comunque si verifica), quanto piuttosto per permettere al corpo di svolgere in modo ottimale le funzioni metaboliche. » Read more

MasterCard clonata: che cosa fare?

La maggior parte delle truffe consiste nel rubare in rete i numeri di carta di credito dei malcapitati. Ma capita tuttora altrettanto spesso che i criminali si riescano ad appropriare dei dati delle carte di credito nella vita off-line, presso negozi o esercizi commerciali, con telecamere nascoste o altri biechi escamotage.

Per clonare una carta di credito occorre conoscere le 16 cifre frontali della carta, la data di scadenza della carta ed il CVV di 3 cifre che si trova sul retro.

Accertatevi che l’estratto conto arrivi regolarmente ogni mese e controllatelo sempre con cura. Qualora vi accorgiate di transazioni sospette, prelievi illeciti o spese che non ricordate di aver fatto o autorizzato, comunicatelo tempestivamente all’emittente della carta.

Nella malaugurata ipotesi notiate delle transazioni sospette e abbiate il timore che la vostra MasterCard sia stata clonata, per prima cosa, bloccatela chiamando l’emittente della carta, in modo da limitare i danni. In caso di difficoltà a reperire il numero verde di MasterCard potete comodamente cercarlo tramite questo cerca numeri. » Read more

Master web a Roma: fai la scelta giusta!

Se la tua passione è quella di lavorare con internet, ma ancora non riesci a focalizzare tutte le opportunità messe a disposizione dalla rete, è fondamentale rivolgersi a dei professionisti del settore: attraverso un master per amministratori di siti web, sei in grado di gestire un intero progetto a 360 gradi.

Il percorso formativo proposto da alcune aziende di formazione a Roma è ideato per tutte le persone che hanno esigenze (di tipo personale o aziendale) quali la realizzazione di un sito web di successo. L’obiettivo infatti è quello di fornire tutte le competenze per avviare un attività di questo tipo, monitorarne i contenuti e la loro divulgazione, e promuoverlo attraverso i canali più adatti.

I vantaggi di un corso per realizzare siti internet

Grazie alla community di docenti della web agency romana, chi seguirà il master potrà confrontarsi ogni giorno sulle principali tematiche legate alla costruzione di un sito di successo.

Innanzitutto, la gestione tecnica del sito: durante le ore di formazione, sarà possibile individuare i migliori programmi per creare e avviare il progetto online. Non solo i software per la gestione tecnica del sito, ma anche come ottimizzare la veste grafica e la struttura tecnica, oltre a fornire competenze sul linguaggio HTML e CSS per intervenire direttamente su alcuni file. » Read more

Organismi di conciliazione

Gli organismi di conciliazione sono una serie di enti privati adibiti a svolgere i procedimento di mediazione civile, accreditati presso il Ministero della Giustizia ed inserito nel rispettivo Registro degli organismi di mediazione, secondo quanto indicato nell’art. 16 del decreto legislativo 28/2010.

 

La figura del Direttore Generale

 

Secondo quanto previsto da questo articolo, il responsabile della tenuta del registro degli organismi di conciliazione è da identificarsi nel Direttore generale della giustizia civile del Dipartimento degli affari di giustizia.

Quest’ultimo si occupa anche di tenere l’elenco degli enti che abbiano ricevuto l’abilitazione a tenere corsi di formazione per la figura di mediatore civile.

Egli deve anche verificare i requisiti che qualificano i vari mediatori che appartengono ad un organismo di conciliazione. Tali requisiti prevedono una formazione specifica da acquisirsi presso i centri di formazione. » Read more

Addizionali comunali 730: le tasse da versare ai Comuni e all’Irpef

La dichiarazione dei redditi va presentata ogni anno, e ci si devono elencare con precisione e con scrupolo tutti i nostri movimenti di denaro (in entrata e in uscita, indicando quelli detraibili dal totale del carico fiscale). La maggioranza dei cittadini contribuenti, costituita da lavoratori dipendenti e da pensionati, compilano annualmente la propria dichiarazione dei redditi utilizzando il modello 730, che arriverà€ poi all’Agenzia delle Entrate passando prima per le mani del sostituto d’imposta oppure attraverso un professionista abilitato nel settore fiscale (esempio: commercialisti e contabili) o, ancora, tramite un Caf (acronimo per Centro di Assistenza Fiscale). In base a quanto dichiariamo nel 730, lo Stato ci impone un tot da versare sotto forma di tasse.

Scoprire le tasse e le esenzioni su internet

Tuttavia, alle tasse che derivano direttamente dal 730 e che vengono emanate dallo Stato tramite l’Agenzia delle Entrate, si aggiungono spesso delle tasse addizionali comunali, ulteriori quindi a quelle che si devono al solo 730. Si possono conoscere tali addizionali comunali andando, banalmente, sul sito internet del Ministero dell’Economia e delle Finanze e muovendosi, poi, nell’area specifica del Dipartimento delle Finanze; a questo punto ci si dovrà muovere nelle pagine tematiche di fiscalità locale prima e addizionale comunale all’Irpef poi. » Read more

Gestire un negozio: scopri come

Essere a capo di un’azienda e gestire un negozio sono due grandi responsabilità che vanno gestite nel migliore dei modi se vogliamo che portino frutto. Ci sono vari aspetti e strategie che vanno affrontati e utilizzati per mandare avanti la vostra azienda. Oggi siamo qui per darvi dei consigli utili su come fare.

Pianificazione commerciale

Come prima cosa bisognerà fare mente locale su ciò che vogliamo realizzare e cosa ci servirà per aprire un negozio e gestirlo. Ovviamente bisognerà stabilire di cosa si occuperà l’azienda e ciò che troveremo all’interno del negozio.

Per fare tutto ciò bisognerà fare un investimento: investire soldi per guadagnarne altri. Bisognerà quindi stabilire un budget di partenza con cui investire per il negozio e, in base al progetto realizzato, comprare tutto ciò di cui abbiamo bisogno per il negozio, sia parlando di arredamento che di merce che verrà poi messa in vendita. » Read more

Sito web: come fare per crearne uno

Come ormai da molti anni, con l’avvento di internet, uno dei modi più facili e veloci per farsi conoscere e promuovere la propria attività è avere un sito web. Il problema è che non tutti sono in grado di crearne uno. Ci sono molti modi per crearne uno, ad esempio ci sono agenzie che si occupano di creazione siti web a Roma e a voi spetterà solo il compito di mantenere e gestire il sito, altrimenti potete compiere l’ardua impresa di crearne uno voi da zero, ma essendo molto difficile vi consigliamo vivamente la prima alternativa.

Fase di progettazione

La prima cosa da fare se si vuole creare un sito web, è progettarlo. Prima di essere messo online, va deciso sia l’aspetto sia il contenuto del sito web. Una cosa fondamentale sono le keyword che verranno utilizzate all’interno del sito web, per far si che esso venga trovato dai motori di ricerca. Si dovrà ovviamente fare in modo che il sito sia lineare e semplice da capire, che possa quindi permettere una navigazione tranquilla e senza alcun tipo di problema per chi si ritrova all’interno del vostro sito. » Read more

Filtri dell’abitacolo: a cosa servono?

In un’epoca in cui l’inquinamento diventa sempre più intenso, aumenta la necessità di veicoli dotati di filtri, capaci di garantire nell’abitacolo aria pura, ottima visibilità e riduzione dell’inquinamento acustico. In questo senso, i filtri antiparticolato hanno un ruolo fondamentale, in quanto rilasciano l’aria proveniente dall’esterno solo dopo averne eliminato tutte le sostanze nocive quali, ad esempio, polveri sottili, pollini, sale antigelo, fuliggine ed altri inquinanti.

La sostituzione dei filtri

Ai fini della salubrità dell’abitacolo e quindi, della sicurezza del conducente, è importante ricordare che tutti vanno sostituiti periodicamente per garantire una efficienza di filtrazione costante. E’ consigliabile dunque controllare sul libretto di uso e manutenzione il corretto chilometraggio previsto dalla casa produttrice per la sostituzione dello stesso.

Mann-Hummel, marchio tra i più affidabili e rinomati a livello internazionale, fornisce una vasta gamma di filtri aria, impianti di aspirazione e sistemi di filtraggio per liquidi ed abitacolo di altissima qualità e a prezzi competitivi.

Nel vasto catalogo di ricambi Mann, troviamo un filtro combinato a carboni attivi che oltre alle sostanze nocive elimina anche gli odori sgradevoli, ed un nuovo filtro acustico destinato all’impiego nei motori a combustione interna di ultima generazione. Il filtro acustico è dotato di una valvola nel sistema di aspirazione che conforma il diametro del condotto in modo variabile, in modo tale che il motore venga alimentato con la quantità di aria strettamente necessaria ed i rumori di aspirazione restino contenuti, per un maggiore comfort del conducente. » Read more

Come sistemare il giardino di casa?

Come sistemare un giardino di casa trascurato

La visione di un giardino bello e curato è l’anteprima della propria abitazione e l’occhio del visitatore, cade subito su quel piccolo appezzamento di terreno e sull’armonico accostamento di vari elementi. Un giardino curato non nasce dall’oggi al domani ma occorre prendere in considerazione diversi fattori per renderlo armonico e rilassante cominciando dalle recinzioni, i muri, le scale e le varie stradine di accesso. Innanzitutto è bene considerare le varie fasi della progettazione tenendo presente l’ambiente circostante, le tradizioni locali e i materiali tipici in uso anche nei giardini vicini senza per questo sminuire i gusti del proprietario. Una buona sistemazione dipende soprattutto dall’accurata progettazione poiché un giardino ben progettato necessita di cure minori rispetto ad un giardino improvvisato. Una volta che il giardino è stato strutturato secondo i propri gusti, occorre tenerlo pulito ed ordinato durante tutto l’anno anche se i migliori mesi per sistemare il proprio giardino sono quelli primaverili.

Come sistemare un piccolo giardino in primavera

Marzo è per antonomasia il miglior mese per sistemare il proprio giardino. Con l’entrata della primavera infatti, non solo nascono i primi germogli ma torna il desiderio di dedicarsi all’incantevole paradiso in nostro possesso. Innanzitutto occorre pulire in maniera ineccepibile il manto erboso per identificare eventuali zone dove effettuare nuovamente una risemina in modo da ottenere un’omogeneità sull’intera area. E’ di basilare importanza provvedere ad una corretta concimazione che avviene con l’azoto che è un eccellente stimolante per la crescita della vegetazione. Solitamente la concimazione viene effettuata nel mese di Aprile tuttavia quando si nota la comparsa dei germogli, si può prendere in considerazione una concimazione anticipata distinguendo però le piante che sono ancora in fase di quiescenza. » Read more

1 20 21 22 23